La nostra storia

  • Vanda Camiglieri

Era il 1934 quando Giovanni Fancello arrivò dalla Sardegna, più precisamente da Dorgali (NU) a Roma, come commerciante di grano. Giunto nella capitale, dal grano alla farina, e poi al pane, il passo fu breve. Quella della famiglia Fancello è una storia che affonda le radici nel mondo della panificazione, ed infatti Stefano, oggi a capo del ramo tecnico dell’azienda, nasce e cresce tra gli impasti, la Pasta Madre, le “mattere” in cui riposa il pane, prima di diventare quel cibo fragrante e profumato che ogni giorno arricchisce la tavola degli italiani. E il pane, in un certo senso, lo porta anche all’amore…
È il 1974, infatti, quando Stefano, che ha poco più di 10 anni, incontra la donna della sua vita, Antonella, una bambina di soli 4 anni che abita nel palazzo dove la famiglia Fancello intanto ha aperto un forno, e che ogni mattina va lì a comprare il pane con la sua mamma. Tra i due, e le rispettive famiglie, inizia così una frequentazione assidua che, nell’adolescenza, sfocia in un fidanzamento e, nel 1990, quando entrambi sono ancora giovanissimi, li porta al matrimonio. Antonella Rizzato inizia così a lavorare insieme al marito nell’impresa di… [ Leggi tutto ]